antipasti

Jiaozi – 餃子

In un altra vita devo essere stata orientale… Mi ha sempre affascinato! Se mi porto indietro con la memoria, già da bambina ne ero attratta. Fino ad arrivare ad ora che dal 2009 sono buddista. Questo incontro è stato per me fonte di arricchimento personale e di grande stimolo intellettuale. Ma non vi sto qui a raccontare quali cambiamenti ha portato nel mio cuore e nel mio modo di pensare.
Ma un ulteriore cambiamento ha arricchito la mia vita, il mondo dei blogger, nello specifico food blogger.
Sto conoscendo ogni giorno persone diverse e ogni giorno queste mi stimolano a cimentarmi con ricette nuove, nuovi modi di condividere, di parlare…
In questo caso ho voluto accettare la proposta di Sabrina di condividere un mio piatto, gli Jiaozi – Gyoza in Giapponese sull’ Abbecedario Culinario Mondiale.
Un progetto della Trattoria MuVarA.
Un viaggio culinario alla scoperta dei piatti tipici del mondo.

Gli Jiaozi sono un tipo di fagottini molto popolari in Cina, Giappone e Corea. Possono essere ripieni di carne e/o verdura, sono avvolti con una sottile pasta sigillata con la pressione delle dita.
I jiaozi a differenza dei wonton hanno una pasta più spessa e ondulata, schiacciata alle estremità, e sono generalmente consumati accompagnati da salsa di soia o sala chili piccante.
Jiaozi_tn
Per circa 25 Jiaozi alle verdure

200 g di farina 00
90 g di acqua
1 cipollotto
100 g di carote sminuzzate
100 g di cavolo verza (piu’ qualche foglia tenuta da parte per la cottura nella apposita vaporiera di bambù)
100 g di funghi
50 g di germogli di soia
100 g di spaghetti di riso
1 cucchiaio di salsa di soia

Tagliate tutte le verdure a listarelle e cuocete in una padella (wok) con un 2 cucchiai di olio a fuoco vivace. Mettere in ammollo gli spaghetti di riso e quando ben ammorbiditi aggiungere alle verdure, unitamente ai germogli e far cuocere per qualche minuto.
Preparare l’impasto. Impastare acqua e farina.
Stendere un impasto sottilissimo e con l’aiuto di un coppa pasta di 12 cm circa ho ricavato dei dischetti che andranno farciti con le verdure precedentemente preparare e richiusi. Questa è la parte più difficile ma numerosi sono i video che vi possono spiegare come fare, io ci ho messo un po, ma se ci sono riuscita io… è facile per tutti vi assicuro.

 

 

 

 

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    sabrina
    24 Maggio 2015 at 19:28

    Evvai! Sono arrivati i gyoza! Grazie carissima! così non li conoscevo anche con gli spaghetti! Sei buddista UAO!!! sarebbe interessante parlare con te e sapere il percorso! Ti abbraccio

    • Reply
      unbiscottoperdue
      25 Maggio 2015 at 11:54

      Al di là di tutto mi farebbe tantissimo piacere conoscerti! Grazie 🙂

    Rispondi a unbiscottoperdue Cancel Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.